mod_custom_adv2

Antichi sapori: dai prodotti tipici dell'Emilia Romagna, dalle ricette tradizionali, dalla cucina romagnola.
In Romagna, con la lavorazione artigianale di prodotti naturali, e solo prodotti di stagione, dal 2005 l'azienda Luvirie di Riccione produce specialità alimentari dalla cucina tradizionale e dai piatti tipici delle arzdore, le signore dei casolari romagnoli: prodotti agroalimentari tradizionali per aziende alimentari e vendita al dettaglio, eccellenza di gusti e sapori.
Guida alla gestione dei problemi nelle spedizioni
GUIDA ALLA GESTIONE
DEI PROBLEMI NELLE SPEDIZIONI
LUVIRIE, PRODOTTI AGROALIMENTARI TRADIZIONALI

La produzione Luvirie è rivolta ad attività commerciali e aziende.
Per i privati:
- vendita e degustazione, Vendita al Dettaglio
- maggiori informazioni, Contatti e Ordini
Perché una guida?

Dedichiamo una pagina di chiarimenti sulla gestione dei problemi nelle spedizioni, dopo anni di esperienza e "lotte" con i corrieri (che riguardano non solo noi, ma l'intero settore).
Se i corrieri (e gli autisti in particolare) sono infatti il tramite necessario per le consegne, purtroppo è altrettanto vero che talvolta accadono casi spiacevoli che è quasi impossibile trattare per chi poi riceve la merce danneggiata o incompleta. Non aiuta, poi, il fatto che molti autisti non parlino italiano (o fingano di non parlarlo né capirlo, specie in caso di problemi).
Quando nelle consegne accade che manchi un cartone o un collo, oppure si sono verificate delle rotture, la responsabilità non è nostra, ma della ditta di trasporti.
Vogliamo spiegarvi perché e indicarvi come comportarvi, nel vostro interesse e nel nostro
.

Le regole: la responsabilità è del corriere!

E' impossibile che la merce parta già danneggiata o incompleta, perché viene controllata, sia dalla ditta speditrice (ad esempio Luvirie) che dal corriere  nel momento in cui la merce viene consegnata loro. Se in quel momento mancasse qualcosa o qualcosa fosse rotto, allora il corriere lo segnalerebbe subito e il problema verrebbe immediatamente registrato e risolto.
Dopo essere partita dalla sede del corriere (dove avviene un controllo reciproco) in condizioni integre, se la merce venisse consegnata danneggiata o incompleta al negoziante, allora la responsabilità é solo ed unicamente del corriere che l'ha trasportata (non della ditta speditrice!).

Per evitare rotture della merce

Per evitare al massimo questo problema, molto importante quando la merce consiste in fragili vasetti di vetro, abbiamo deciso di imballare come trovate mostrato nella foto: i cartoni vengono posati e ordinati su un bancalino, dove vengono legati e ricoperti con un semplice sacco nero allo scopo di rendere l'imballo il più possibile sicuro e anonimo.
Rendendo anonimo il pacco, abbiamo voluto evitare quello che spesso accade sia nei depositi di smistamento che con gli autisti finali, ovvero che, mossi dalla curiosità o da qualsiasi altra attenzione, oppure durante il carico e scarico del frugone, si mettano a maneggiare con le scatole (talvolta addirittura tirandosele) provocandone la rottura senza poi assumersene la responsabilità.

Per evitare furti

Accade che alcuni autisti (non tutti, per carità) siano bravissimi, ad esempio, a capovolgere il cartone, aprirlo, togliendo o tagliando il nastro adesivo, e a prendersi alcuni vasi o bottiglie, richiudendo poi la confezione con lo stesso nastro adesivo.
Con queste premesse, il cliente non ha modo di accorgersi dei furti, perché alla consegna può solo controllare il numero dei cartoni dall'esterno e non verificarne il contenuto, salvo accorgersi solo in seguito della mancanza all'interno di questo o quel prodotto.
Il nostro imballo anonimo serve appunto a non destare l'attenzione dei corrieri e ad evitare che i cartoni possano essere manomessi durante il trasporto, aperti e richiusi senza che il cliente alla consegna possa accorgersene.

Il caso dei colli non conformi

Con l'imballo anonimo l'obiettivo è quello di evitare il più possibile che i colli vengano maneggiati.
In questo modo, con l'imballo anonimo si riducono al minimo i rischi che, per responsabilità del corriere, alla consegna manchi un cartone o che giunga danneggiato o che dall'esterno, in seguito ad una rottura, appaia unto.

Come comportarsi: LA RISERVA DI CONTROLLO

Alla consegna di una nostra spedizione, qualora non si presentasse come nell'immagine che trovate qui in pagina, dovete fare la "riserva di controllo", subito, prima che il corriere se ne vada.
Ecco come comportarsi, nel caso in cui l'imballo risulti diverso da come dovrebbe essere:
1 - Se c'è qualcosa che non va, non accettate scuse da parte dell'autista perché la responsabilità è sempre e solo del corriere (come indicato nelle regole in alto).
2 - Non firmate subito la lettera di vettura o il documento di trasporto che l'autista vi porge.
3 - Prima di essere voi a firmare, deve essere l'autista a scrivere subito, sulla lettera di vettura o di trasporto, ben leggibile (!) e al centro del documento, la dicitura CON RISERVA e di seguito la "sua" firma.
4 - Solo dopo la dicitura "con riserva" e la sua firma, solo dopo potete firmare anche voi.
In questo modo:

a) Ricevete la merce, ma con la riserva di controllare in seguito, se qualcosa manchi o si sia rotto durante il trasporto.
b) In caso di problemi, contattate al più presto noi di Luvirie (vedi pagina Contatti e Ordini).
c) Noi possiamo rivalerci con il corriere, per il danno che ha causato durante il trasporto, e quindi rimborsarvi.
d) Né voi né noi ci rimettiamo per un danno compiuto dal corriere, essendo certo che la merce gli è stata consegnata, dopo suo controllo, assolutamente priva di difetti.